Progetto PIVOLIO

Processi Innovativi per la Valorizzazione dell’OLIO extravergine di oliva

nelle province di Bari e Foggia


OR 6.  CERTIFICAZIONE DEGLI OLI EXTRAVERGINI DI OLIVA MONOVARIETALI

R.I.  Attività di ricerca industriale

Soggetti attuatori:

  • Azienda Oliveti Terra di Bari (OTB)
  • Centro di Ricerca per l’Olivicoltura e Industria Olearia (CRA Oli) di Rende (CS) 

 

6.1 Certificazione degli oli extravergine di oliva monovarietali

Il CRA-OLI, in collaborazione con Oliveti Terra di Barli oli, ha sviluppato una nuova ed innovativa certificazione degli oli extravergine monovarietali, che prevede la determinazione dell’oleuropeina, dei biofenoli e tocoferoli negli oli.

Il Sistema di tracciabilità applica tutti i requisiti della norma UNI EN ISO 22005:2008 e comprende tutte le attività produttive dalla fase di COLTIVAZIONE delle olive alla fase di COMMERCIALIZZAZIONE del prodotto finito venduto  CONFEZIONATO  al cliente.

Gli elementi che vengono tracciati lungo la filiera sono:

  • Unità produttiva di origine delle olive
  • piante per ogni unità produttiva di origine
  • varietà
  • trattamenti fitosanitari effettuati (quaderno di campagna) per ogni unità produttiva di origine
  • concimazioni per unità produttiva
  • identificazione del fornitore di concimi e fitofarmaci
  • data di raccolta delle olive per ogni unità produttiva di origine
  • quantità di olive raccolte per ogni unità produttiva di origine
  • data di conferimento e quantità di olive conferite al frantoio per ogni unità produttiva di origine
  • azienda agricola conferente
  • unità produttiva di provenienza delle olive
  • quantità di olive conferite per ogni unità produttiva di origine
  • data di molitura delle olive
  • lotto di molitura
  • quantità di olio ottenuto
  • silos di stoccaggio dell’olio
  • parametri di processo (controlli analitici del prodotto)
  • punti critici di controllo ai fini dei requisiti igienico sanitari e relative registrazioni
  • lotto di stoccaggio del prodotto finito
  • silos di stoccaggio del prodotto finito
  • aziende agricole conferenti per ogni lotto di prodotto finito
  • trasportatore e targa del mezzo di trasporto del prodotto finito
  • cliente destinatario dell’olio
  • lotto di olio consegnato ad ogni cliente
  • quantità di olio consegnata ad ogni cliente
  • riferimento del lotto di olio consegnato nella bolla di consegna
  • identificazione dei fornitori di prodotti per la sanificazione degli impianti e dei locali
  • lotto, quantità e fornitore di olio in ingresso
  • silos di stoccaggio dell’olio
  • lotto di stoccaggio
  • cliente destinatario
  • quantità di olio consegnato
  • trasportatore e targa del mezzo di trasporto del prodotto finito
  • LOTTO DI OLIO CONSEGNATO

Il sistema si applica indistintamente a tutti gli oli prodotti ed individuati nel presente campo di applicazione. Qualora ci dovessero essere diversità nella singola applicazione dovuta alla peculiarità della filiera, saranno opportunamente evidenziate le singole modalità operative di applicazione del sistema stesso.

 

6.2 Valorizzazione del prodotto: tracciabilità di filiera di oli monovarietali

La valorizzazione del prodotto è stata ottenuta applicando il  Disciplinare Tecnico di  Filiera a tutti i soggetti della filiera rispettando i seguenti Requisiti:

Requisiti di Processo

La produzione di olio extra vergine di oliva mono-varietale conforme al presente disciplinare deve essere conforme a specifici requisiti di processo in materia di:

    coltivazione delle olive, che deve avvenire secondo tecniche di lotta integrata nel rispetto della Normativa Vigente Regionale;  nell’allegato 1 al presente DTP (Piano dei controlli – Sezione agronomica) sono riportati nel dettaglio tutti i punti di controllo della sezione agronomica;

    il rispetto delle procedure di lavorazione delle olive, produzione, stoccaggio e confezionamento dell’olio secondo quanto riportato nell’allegato 1 al presente DTP (Piano dei controlli – Sezione Lavorazione / Stoccaggio e Confezionamento) e nel rispetto del DTFM della OTB di Bari.

 

6.3 Sviluppare una metodica basata sul rapporto isotopico per escludere eventuali concimazioni con fertilizzanti di sintesi in olive da agricoltura biologica e validazione del metodo corrispondente

Campioni di olive della cultivar Coratina provenienti da oliveti coltivati secondo i metodi, rispettivamente, dell’agricoltura biologica e convenzionale (l’oliveto convenzionale aveva ricevuto concimazioni azotate negli ultimi anni), sono stati prelevati nell’annata 2014/2015 e sottoposti al procedimento riportato in letteratura (Russo A., Pellegrino M., Zaffina F. and Perri E., 2013, Metodologie Analitiche  Innovative in Olivicoltura Biologica, La rivista di Scienza dell’alimentazione, 4,41, pp. 21-27). L’analisi del rapporto isotopico dell’azoto, effettuato con metodologie IR-MS, dei campioni così ottenuti ha confermato la possibilità di discriminare le olive sulla base di tale rapporto, con un livello di significatività del 95%. 

SP. Attività di sviluppo precompetitivo

  1. Realizzazione di prototipo: confezione con etichetta certificata

Nella realizzazione del prototipo di confezionamento in bottiglia da 500ml con le relative etichette la Olearia Basile, in stretta collaborazione con Oliveti Terra di Bari, ha creato una bottiglia che per le sue fattezze e le sue dimensioni esaltasse maggiormente il valore del contenuto del prodotto. A tale proposito è stata scelta una bottiglia modello PAPUA05 da 500ml, commercializzata in Puglia dalla azienda EnolBari, fornita di un tappo a vite con aggancio esterno, munita di capsula anti gocciolamento. Sui dorsi delle bottiglie sono state applicate una etichetta e una controetichetta come da esempio seguente:

Questo lavoro di valorizzazione del prodotto, attraverso la tracciabilità di filiera di oli monovarietali e la realizzazione di un prototipo di confezionamento con etichettatura,  ha permesso di realizzare le finalità del progetto con l’ottenimento della certificazione da parte dell’ente terzo di certificazione CSQA in data 11-09-2015. 

Al fine di poter avviare l’eventuale attività  di commercializzazione del prodotto, l’Oliveti Terra di Bari ha successivamente sottoposto l’etichettatura commerciale del prodotto alla visione dell’’organismo di controllo nazionale dell’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressioni Frodi dei prodotti Agroalimentari di Bari. L’Ente, dopo una attenta osservazione di quanto citato in etichetta, ha ritenuto inopportuno l’utilizzo dell’aggettivo PURO quale espressione commerciale del prodotto in quanto forviante e soggetto ad eventuale scorretta  interpretazione da parte dei consumatori ed ha consigliato di sostituire detto termine. Pertanto PURO è stato sostituito con il termine EVOlution

Pertanto l’Oliveti Terra di Bari ha ridefinito lo studio ed elaborato l’etichetta integrandola in più parti. Ciò al fine di dare una maggior continuità all’esperienza progettuale e la volontà di certificare e commercializzare il prodotto nella campagna Olivicola 2015-16.

In conclusione, sono state elaborate le seguenti nuove etichette e controetichette da utilizzare sulla bottiglia in vetro scuro modello Papua 05 da 500 ml .

 

 

La confezione del prodotto è stata ulteriormente valorizzata con la presenza di un apposito collarino illustrativo rimarcante sinteticamente la Rintracciabilità di filiera, le Caratteristiche Organolettiche e le Caratteristiche Nutraceutiche. Quest’ultime sono state espresse in osservanza dei Regolamenti CE 1924/2006 e CE 432/2012.

Il collarino mostra i seguenti parametri:

Polifenoli > di 250 mg/kg

Vitamina E > di 120 mg/kg

Contento in Oleuropeina > di 5 mg/kg 

              

 

 

La confezione del prodotto finito è stata ulteriormente completata con la presenza di due codici QR Code, che danno informazioni sulla tracciabilità del prodotto.

Il QR Code, presente sulla contro-etichetta commerciale, permette di ottenere tutte le informazioni relative alla tracciabilità  del prodotto, mentre il QR Code, stampato sul collarino, permette di accedere a tutte le informazioni legate alle finalità del progetto e del percorso di ricerca scientifico intrapreso e concretizzato nella innovazione di prodotto. Ulteriori informazioni sono presenti nelle pagine web del sito del progetto PIVOLIO.

www.bet365.com best odds.

Look revie here - Online betting full information by artbetting.net
Reviw on bokmaker Number 1 in uk w.artbetting.net William Hill
Full Reviw on best bokmaker - Ladbrokes l.artbetting.net full information